Alfredo Zingariello

Facebook, Instagram, YouTube, Linkedin, Twitter... su quale Social Network dovrei promuovermi?


Roma, 16/01/2019 - Articolo di Alfredo Zingariello
Hello World, ricevo questa domanda almeno una volta a settimana!
E la mia risposta è sempre la stessa... dove sono i tuoi Clienti?
Quindi capirete che la risposta alla domanda su quale social network è meglio promuoversi è appunto il social network dove sono presenti i tuoi Clienti.



E se i potenziali Clienti sono sparsi uniformemente su tutti i social?
Difficile, ma ammesso che sia vero, la risposte più logiche sono in sequenza:
  • dipende da che prodotto/servizio offri
    E' di alto consumo? E' per tutti? E' di nicchia? E' tangibile/visibile di forte impatto visivo/emozionale?
  • sul social più trafficato
    Devo commentarlo...? Ovviamente dove c'è più gente si viene visti da più persone!
  • sul social che da più enganment
    Non sempre dove ci sono più persone c'è più coinvolgimento, Instagram in questo dato momento da maggiori risultati in termini di coinvolgimento, ma il tuo prodotto/servizio è per Instagram?
  • scordati i social, promuoviti su Google
    Non sempre i social sono i migliori posti dove promuoversi sul web, anzi proprio l'opposto. Capisco dato i numeri che fanno, il fascino che suscitano, ma poi nei comportamenti di tutti i giorni, CERCHIAMO LE COSE NEL MOMENTO DEL BISOGNO E NON SUI SOCIAL!

Esempio/Esercizio:
Vendo Trappole per Topi, su quale Social è meglio promuovermi?

Facebook: Si al 10%, No al 90%.
Puoi targhettizare il pubblico, ma quale sarebbe il target? Puoi mettere foto e testi, ma non è che sarebbe qualcosa di alto impatto e che suscita emozioni, potresti magarzi targhettizzare la pubblicità contestualizzandola all'attualità. Esempio Notizia di invasione di Topi a Milano. La notizia suscita reazioni, discussioni - pubblicizzi il tuo prodotto sui social limitando la visualizzazione ad una data area geografica.

Instagram: Si al 10%, No al 90%.
Puoi mettere delle belle foto, ma susciterebbero interesse ed emozioni su di un social dove si pubblicano dolci, piatti, paesaggi.... Dovresti affidarti ad un bravo pubblicitario che dovrebbe fare una magia e poi la magia la dovresti fare tu per pagarlo, valgono in parte le stesse cose dette anche per Facebook.

YouTube: Si al 30%, No al 70%.
Ti può essere di aiuto, puoi creare una serie di video per sconfiggere i topi, consigli e quant'altro ed in mezzo potresti mettere il tuo prodotto. Le persone sono abbastanza abituate a cercare anche su YouTube come si fa una data cosa o come si risolve un dato problema.

Linkedin: Si al 0%, No al 100%.
Non ti voglio neanche rispondere.

Twitter: Si al 0%, No al 100%.
Come sopra, non farmi perdere tempo ;)

Google (che non è un social): Si al 70%, No al 100%.
Le persone al momento del bisogno, per risolvere un problema, per cercare una soluzione sono abituate a cercare su Google. Se il tuo sito è ben posizionato hai buone probabilità di visite, per tutto il resto c'è Mastercard da usare su Google Ads (ex Adwords).

Concludendo...
Premesso che vanno analizzati molti altri fattori che per questioni di spazio e di difficoltà non si possono affrontare su di un articolo e che il tutto va sempre contestualizzato al risultato che si vuole ottenere, ai clienti, al prodotto/servizio, al messaggio che si vuole far passare, al momento... ecc...ecc...ecc... potete fare delle semplici prove andando a sponsorizzare un vostro prodotto/servizio per piccoli importi su più social e analizzare il ROI... ops pardon... e vedere like, commenti, visite ed eventuali richieste, oppure affidarvi ad un professionsta che vi saprà consigliare meglio senza farvi perdere tempo e denaro.






Torna Indietro Torna Indietro


Torna SU